Il disagio dell’inciviltà

Quale contributo può dare la psiconanalisi di fronte alla complessità culturale, sociale e psicologica del mondo di oggi? Come affrontare un “nuovo” malessere che si manifesta attraverso quello che Nadia Fina e Gabriella Mariotti chiamano “disagio dell’inciviltà”?

Sono queste le domande alle quali questo lavoro prova a dare una risposta. Per definire un qualcosa come “incivile”, bisogna avere ben chiaro cosa è “civile”. Il lavoro di Fina e Mariotti è assai prezioso proprio per questo motivo, perché prova a ridefinire i termini di un comportamento etico i cui valori stanno disgregandosi sempre di più all’interno del mondo occidentale contemporaneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *